Il principio femminile
Home Il principio femminile

Un pensiero femminile

 

Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere. Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.

Radici e chioma devono crescere in uguale misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e frutti. E quando poi davanti a te si apriranno strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.

Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora.
Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore. Quando poi ti parla, alzati e va dove lui ti porta.

S. Tamaro (Va dove ti porta il cuore)





Il Femminile è la capacità di abbandono e di tenerezza, l’accettazione del diverso, del debole, dello straniero. È l’energia che guida il mondo. È il sentimento dolce e rutilante, (….) che sussurra alle creature il mistero della vita.

È la Luna, è Artemide, è Persefone, Iside, Ishtar, è la madre che osserva, riflette, ama e non giudica. È la nostra capacità di intendere e di comprendere, priva di pregiudizi e di rancori.

È l’energia raggiante che si dispiega benevola sulle creature. È la pace della mente e del corpo. È la follia, la conoscenza, è contemporaneamente luce e buio, notte e giorno. È la possibilità di un mondo privo di lotte e di odio.

 Gabriele La Porta (Il Ritorno della Grande Madre)

 
 
Condividi
EBOOK OMAGGIO Labrys
Nome
Email

Rispettiamo la tua privacy

 9 visitatori online

Allo specchio

Vorrei costellare per vedere dinamiche di:
 
Tot. visite contenuti : 221798